L’umiltà è ancora una qualità?

logo rubricaUmiltà: non ci sono solo io*.

Forse uno degli auguri più utili che si possono fare è: “Conosci le tu forze”.

Pensate a un individuo che affronta il mondo senza sapere quali sono le proprie capacità e i propri limiti. Crede di essere chissà chi, coltiva sogni grandiosi di essere ricco, potente, ammirato da tutti per talenti che non ha. È una persona incapace di misurarsi. Crede di avere 10 e invece ha 1, e così equipaggiato entra nel grande agone del mondo per combattere ed eccellere. C`è solo da rabbrividire sul suo fato. È come un bambino, che pensa di poter fare una passeggiata di chilometri e dopo duecento metri é già stanco. Invece: conoscere i propri limiti, i propri punti deboli e accettarli anche se é doloroso. Non fingere, non strafare. Conoscere i pericoli. Non farsi illusioni: sapere che non si sa. Accettare le lezioni della vita e farne tesoro.

Questa è l’umiltà.

L’umiltà dà una grande forza.

*Tratto dal libro, La forza della gentilezza, di Piero Ferrucci, edito da Oscar Mondadori, 2012.