Una pietrina colorata

Ho 48 anni e dopo un brutto infortunio ad entrambe le ginocchia non riesco più a svolgere il mio lavoro di cuoca al 100%.

Il lavoro per me è tutto, è la vita e così sono sprofondata in una crisi esistenziale dove non riuscivo a vedere nessuna via d’uscita.

La mia consulente AI mi ha chiesto se volevo partecipare al Progetto Mosaico presso il CFP – OCST di Lugano. Ho accettato ma mai e poi mai avrei pensato che un percorso di orientamento sul lavoro potesse farmi così tanto bene anche interiormente.

All’inizio mi sono chiesta “perché” si chiama Progetto Mosaico?

Adesso che sono giunta al termine di questa esperienza la risposta è molto chiara: incontro dopo incontro uscivo con un tassello, una pietrina colorata in più da aggiungere al mosaico della mia vita al fine di completarlo. Tutto questo grazie al consulente del Progetto Mosaico che mi seguiva il quale ti fa parlare, ti ascolta, ti aiuta a capire meglio chi sei e cosa vuoi, sia durante ogni incontro sia con i compiti che ti affida da fare a casa (meravigliosi! Ti obbligano a pensare e a fare introspezione, cose che di solito ci dimentichiamo di fare, sempre oberati da questa vita frenetica).

Con il mio consulente del Progetto Mosaico ho riesaminato tutta la mia vita personale, scolastica e professionale. Mi ha fatto ripensare ad eventi ormai dimenticati ma presenti dentro di me, mi ha aiutato ad individuare i miei punti di forza e i mie punti deboli, anche quelli che pensavo di non avere e a capire che a volte sono intercambiabili.

Consiglio a tutti questa esperienza!!! Ne uscirete più consapevoli di voi stessi e con la grinta giusta per affrontare le sfide future che la vita vi presenterà.