La bella esperienza «progetto mosaico» nel percorso della mia vita

logo rubricaIo definivo il mio ambiente di lavoro «un’isola felice»;

sì perché ho avuto la fortuna di lavo­rare in un reparto dove tra noi colleghe c’era un’armonia magica e naturalmente sarebbe stato troppo bello per durare per sempre... qualcuno o qualcosa doveva interrompere questa realtà.

L’importanza primaria delle cifre d’affari, i margini, i grafici (il dio denaro) hanno avuto la priorità.

Il rispetto dell’individuo, il lato umano non esistevano più nell’azienda, di conseguenza é subentrata la certezza che quell’ambiente non era più vita per me. La mia salute era in pericolo...e dovevo in qualche modo reagire ed ecco che mi si presenta l’opportunità del progetto mosaico...

Un poco timorosa all’inizio perché attraver­savo un periodo difficile nel contesto lavorati­vo; quest’avventura mi ha portato una ventata di ottimismo e la fiducia in me stessa si é ri­presentata, visto che l’avevo in parte perduta. Mano a mano che il programma proseguiva; il coraggio aumentava; grazie al supporto di una consulente che si é rivelata molto prezio­sa. Questo percorso mi ha fatto capire che «io» come persona potevo ancora dare tanto agli altri ed anche a me stessa... Si é concluso con la certezza di possedere, delle qualità a me sconosciute.

Consiglio a chi si trova in una situazione problematica di avvicinarsi fiduciosi a questa interessante iniziativa.

Personalmente é stata utile e gratificante, vivamente consigliato.

Claudette